Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di procedere all’assunzione, a tempo determinato, di personale da destinare al servizio asilo nido.

I magistrati contabili del Piemonte, con la deliberazione 124/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 5 luglio, hanno evidenziato il legislatore ha introdotto una serie di disposizioni finalizzate a favorire, in tema di personale educativo nell’ambito delle scuole dell’infanzia e degli asili nido, le assunzioni stabili in un’ottica di riduzione del ricorso ai contratti a termine.

In particolare, l’articolo 1, comma 228 bis, della legge 208/2015 prevede che “Per garantire la continuità e assicurare la qualità del servizio educativo nelle scuole dell’infanzia e negli asili nido degli enti locali, in analogia con quanto disposto dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, per il sistema nazionale di istruzione e formazione, i comuni possono procedere, negli anni 2016, 2017 e 2018, ad un piano triennale straordinario di assunzioni a tempo indeterminato di personale insegnante ed educativo necessario per consentire il mantenimento dei livelli di offerta formativa, nei limiti delle disponibilità di organico e della spesa di personale sostenuta per assicurare i relativi servizi nell’anno educativo e scolastico 2015-2016, fermo restando il rispetto degli obiettivi del saldo non negativo, in termini di competenza, tra le entrate e le spese finali, e le norme di contenimento della spesa di personale”.

La suddetta disposizione pertanto, al fine di garantire lo svolgimento del servizio di asilo nido ammette un programma straordinario di assunzioni con contratto a tempo indeterminato.

Nello stesso senso le ulteriori disposizioni dettate dai successivi commi 228 ter e 228 quater (sempre in tema di personale educativo nell’ambito delle scuole dell’infanzia e degli asili nido).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Piemonte del. n. 124 – 17