Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta interpretazione dell’articolo 5, comma 5, del d.l. 78/2010, in particolare sulla possibilità di affidare un incarico, ai sensi dell’articolo 53, comma 7, del d.lgs. 165/2001, a un dipendente pubblico di altra amministrazione che risulta, però, essere anche titolare di carica elettiva (Assessore e Consigliere Comunale) presso altra Amministrazione.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 131/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 7 marzo, hanno ribadito che il principio di gratuità contenuto nell’art. 5, comma 5, del d.l. 78/2010 si applica a tutte le ipotesi di incarico.

L’unica eccezione a tale principio è individuabile nella tipologia degli incarichi obbligatori ex lege di cui all’ articolo 35, comma 2-bis, del d.l. 5/2012 ovvero gli incarichi conferiti ai membri di collegi di revisione dei conti e sindacali (Sez. Autonomie, del. n. 11/ 2016).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Veneto del. n. 131 – 17