Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla nuova disciplina degli incentivi “per funzioni tecniche” di cui all’articolo 113 del d.lgs. 50/2016.

I magistrati contabili della Puglia, con la deliberazione 5/2017, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 10 febbraio, hanno ribadito che:

  • la nuova disciplina riconosce gli incentivi anche in relazione ad appalti per forniture e servizi (Sez. Lombardia, del. n. 333/ 2016; Sez. Emilia Romagna, del n. 118/2016);
  • il compenso incentivante non spetta per la progettazione e il coordinamento della sicurezza;
  • gli incentivi per funzioni tecniche non possono essere corrisposti in rapporto ad attività di manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • gli incentivi riguardano in via esclusiva e tassativa le attività indicate al comma 2 dell’articolo 113 del d.lgs. 50/2016 (Sez. Puglia, del n. 204/2016);
  • l’adozione del regolamento “continua ad essere una condizione essenziale ai fini del legittimo riparto tra gli aventi diritto delle risorse accantonate sul fondo” (Sez. Veneto, del. n. 353/2016).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Puglia del. n. 5 – 17