images

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 297 del 21 dicembre 2016 la legge n. 232/2016 recante “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019”.

Il testo della Legge di stabilità 2017 è composto da 19 articoli, suddivisi in due parti:

  • Parte I, Sezione I “Misure quantitative per la realizzazione degli obiettivi programmatici” contenente l’articolo 1 composto da 638 commi;
  • Parte II, Sezione II “Approvazione degli stati di previsione” contenente gli articoli dal 2 al 19.

Molte le novità in materia di finanza pubblica, procedure a evidenza pubblica e personale.

Tra i diversi interventi in tema di acquisti, si segnala che è stato posticipato all’esercizio finanziario 2018 la decorrenza dell’obbligo di approvazione del programma biennale degli acquisti di beni e servizi di importo unitario stimato pari o superiore a 40.000 euro, che il nuovo Codice dei contratti pubblici (articolo 21 del d.lgs. 50/2016) ha imposto alle amministrazioni aggiudicatrici.

Il programma biennale per l’acquisto di beni e servizi relativo agli esercizi 2018–2019 dovrà quindi essere una componente del Documento Unico di Programmazione (DUP) relativo al periodo 2018- 2020, che dovrà essere presentato al Consiglio entro il 31/7/2017.

Si segnala infine che resta invariato l’obbligo per le amministrazioni pubbliche previsto dall’articolo 1, comma 505, della legge di stabilità per il 2016 (legge n. 208/2015), di approvare, entro il mese di ottobre di ciascun anno, il programma biennale e suoi aggiornamenti annuali degli acquisti di beni e di servizi di importo unitario stimato superiore a 1 milione di euro.