L’Assessore regionale delle Attività Produttive ha chiesto un parere in merito all’ammissibilità di ulteriori sistemi di recupero dei diritti camerali, alternativi rispetto alla competenza esclusiva di Riscossione Sicilia s.p.a. nell’emissione e nella gestione dei ruoli esattoriali.

I magistrati contabili della Sicilia, con la deliberazione 236/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 6 dicembre, hanno evidenziato che sia a livello statale che regionale, l’attività di riscossione mediante ruolo è affidata ad un unico soggetto di matrice pubblicistica, anche per garantire un trattamento uniforme per tutto il territorio nazionale e fra le diverse categorie di contribuenti.

Pertanto, poiché i diritti camerali, a differenza dei diritti di segreteria, devono essere necessariamente riscossi mediante ruolo, la competenza esclusiva in materia di Riscossione Sicilia s.p.a. è certamente inderogabile e non è consentito, allo stato attuale della legislazione, fare ricorso all’ingiunzione fiscale di cui al R. D. 639/1910.

Leggi la deliberazione
cc-sez-controllo-sicilia-del-n-236-16