self enti locali anticorruzione

L’Anac ha approvato, con deliberazione n. 1097 del 26 ottobre 2016, le Linee Guida n. 4, recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”.

Alla luce delle osservazioni formulate dal Consiglio di Stato con il parere n. 1903/2016, l’Autorità ha rivisto il testo precedentemente posto in consultazione, provvedendo alle opportune integrazioni. In particolare, le modifiche effettuate rispetto al testo inviato per il parere riguardano:

  • Onere motivazionale: al fine di contemperare le esigenze di trasparenza dell’amministrazione con quelle di semplificazione e tempestività, per gli affidamenti di modico valore (ad esempio inferiori a 1.000 euro) o per gli affidamenti effettuati nel rispetto di apposito regolamento (ad esempio regolamento di contabilità) già adottato dalla stazione appaltante, la motivazione può essere espressa in forma sintetica;
  • Applicazione del principio di rotazione: al fine di assicurare il rispetto del principio di rotazione, l’Autorità ha chiarito che in virtù di quanto espressamente sancito dall’art. 36, comma 1, del d.lgs. 50/2016, l’affidamento o l’invito al contraente uscente ha carattere eccezionale in quanto rappresenta una deroga alla regola della rotazione e, pertanto, richiede un onere motivazionale più stringente. In tal caso, quindi, la stazione appaltante è tenuta a motivare tale scelta in considerazione o della riscontrata effettiva assenza di alternative ovvero del grado di soddisfazione maturato a conclusione del precedente rapporto (esecuzione a regola d’arte, nel rispetto dei tempi e dei costi pattuiti) e in ragione della competitività del prezzo offerto, anche tenendo conto della qualità della prestazione;
  • Requisiti generali e speciali: l’Autorità ha precisato che l’affidatario ed i soggetti invitati alla procedura negoziata devono essere in possesso dei requisiti generali di cui all’art. 80 del Codice nonché dei requisiti speciali richiesti dalla stazione appaltante. Relativamente agli affidamenti di lavori, l’eventuale possesso dell’attestato di qualificazione SOA per la categoria dei lavori oggetto dell’affidamento è sufficiente per la dimostrazione del possesso dei requisiti di capacità economico/finanziaria e tecnico/professionale richiesti.
  • Anomalia dell’offerta: l’Autorità ha chiarito che per avvalersi dell’esclusione automatica delle offerte anomale di cui all’art. 97 del d.lgs. 50/2016, è necessario che l’invito rivolto agli operatori economici preveda espressamente tale volontà, purché pervengano almeno dieci offerte valide. In ogni caso la stazione appaltante può valutare la congruità di ogni offerta che in base ad elementi specifici appaia anormalmente bassa.

Indicazioni concettuali ed operative per la corretta gestione delle procedure di gara, anche alla luce dei principi di legalità, trasparenza e anticorruzione, saranno fornite nel ciclo di seminari in materia di gare, ovvero: