Una Provincia ha chiesto un parere in merito alla possibilità di riconoscere incentivi per la progettazione, ai sensi dell’articolo 93, comma 7ter, del d.lgs. 163/2006, per lo svolgimento di attività di manutenzione straordinaria.

I magistrati contabili della Sardegna, con la deliberazione 122/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 18 ottobre, hanno richiamato l’orientamento espresso dalla Sezione Autonomie con la deliberazione n. 10/2016 secondo cui non possono essere oggetto di incentivazione le attività qualificabili come manutentive, senza distinzione tra manutenzione ordinaria e straordinaria.

Tale interpretazione è stata confermata dal nuovo quadro normativo introdotto dall’articolo 113 del d.lgs. 50/2016, secondo cui il 2% dell’importo posto a base di gara non è più destinato alla remunerazione della fase della progettazione, bensì a beneficio delle fasi della programmazione della spesa per investimenti, della predisposizione e controllo delle procedure di bando e di esecuzione dei contratti pubblici, della direzione dei lavori e dei collaudi, allo scopo di incentivare la realizzazione dell’opera a regola d’arte, nei tempi e con i costi previsti dal progetto.

Leggi la deliberazione
cc-sez-controllo-sardegna-del-n-122-16