Un sindaco ha chiesto un parere in merito alle facoltà assunzionali degli Enti locali per l’anno 2016 alla luce del quadro normativo vigente, in particolare chiedendo se sia possibile assumere a tempo indeterminato un agente di polizia locale utilizzando i resti del biennio 2013/2014, attraverso lo scorrimento di una graduatoria vigente ancora disponibile e previo espletamento delle procedure indicate dall’articolo 34, comma 6, ed art. 34-bis, del d.lgs. 165/2001.

I magistrati contabili della Liguria, con la deliberazione 84/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 4 ottobre, hanno evidenziato il legislatore, con la legge 208/2015 (legge di stabilità per il 2016) ha nuovamente modificato il regime delle assunzioni stabilendo nuovi limiti alla capacità assunzionali degli enti locali (attualmente la capacità di turn over risulta sensibilmente ridotta rispetto alle previsioni del d.l. 90/2014).

Difatti, ex articolo 1, comma 228, della legge 208/2015, gli enti locali possono, ora, assumere per gli anni 2016, 2017 e 2018 nella misura del 25% della spesa del personale cessato nell’anno precedente (ferme restando le deroghe espresse nella norma).

La norma pone problemi interpretativi in relazione al quadro normativo precedente, in particolare relativamente alla possibilità, prevista dall’articolo 3, comma 5, del d.l. 90/2014, di cumulare le risorse destinate alle assunzioni per un arco temporale non superiore a tre anni (considerando che la norma di cui alla legge di stabilità 2016 non dispone nulla al riguardo).

Aderendo all’interpretazione fornita dalla sezione Molise con la deliberazione n. 63/2016, i magistrati contabili hanno chiarito che gli enti locali possono assumere utilizzando i resti del biennio 2013/2014 (sulla base delle cessazioni intervenute nel 2012 e nel 2013).

Diversamente, per le assunzioni di agenti di polizia municipale, sussiste il divieto di cui all’articolo 5, comma 6, del d.l. 78/2015 che disciplina le modalità del trasferimento del personale appartenente ai corpi ed ai servizi di polizia provinciale nei ruoli degli enti locali.

Si segnalano i ns. seminari di studio in materia di personale, consulta la pagina dedicata

Leggi la deliberazione
cc-sez-controllo-liguria-del-n-84-16