self enti locali requisiti

L’Anac, con due comunicati pubblicati l’8 agosto 2016, ha fornito chiarimenti sulle varie tempistiche per la corretta acquisizione dei CIG e sulle relative modalità operative.

Le stazioni appaltanti che intendono avviare una gara sono tenute ad acquisire il relativo CIG, anche in modalità smart, in un momento antecedente all’indizione della procedura di gara, in modo che lo stesso possa essere riportato nel bando/avviso di gara ovvero nella lettera d’invito.

Relativamente alle modalità operative per l’acquisizione del CIG, il RUP, tramite la consueta procedura informatica, è tenuto a dichiarare sotto la propria responsabilità se l’affidamento riguarda una delle categorie merceologiche per le quali è obbligatorio ricorrere a Consip o ad altro soggetto aggregatore (individuate dal dpcm del 24 dicembre 2015, pubblicato in G.U. n. 32 del 9 febbraio 2016) ovvero categoria differente (solo in quest’ultimo caso è possibile procedere all’acquisizione del CIG con le consuete modalità selezionando la voce “altre categorie”).

Nello specifico, è stata introdotta una voce in più tra le motivazioni obbligatorie per gli acquisiti effettuati nelle categorie merceologiche che prevedono il ricorso ai Soggetti aggregatori.

Per questo motivo il Comunicato sulle modalità operative aggiorna il Comunicato del 10 febbraio 2016.