Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di assumere, in mobilità diretta e a tempo pieno, un vigile che già presta servizio presso il comune in virtù di una convenzione con altro Ente.

I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 208/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 27 luglio, pur dichiarando inammissibile il quesito posto, hanno evidenziato che il processo di mobilità del personale di polizia provinciale nei ruoli della polizia municipale, disciplinato sia dalla legge 190/2014 che dall’articolo 5 del d.l. 78/2015, non si è ancora concluso.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Lombardia del. n. 208 -16