Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di procedere all’assunzione di un assistente sociale nell’anno 2016, come da previsione della programmazione triennale 2016-2018, utilizzando i residui disponibili nelle quote percentuali delle facoltà assunzionali relative al triennio precedente (2013-2014-2015). 

I magistrati contabili della Lombardia, con la deliberazione 188/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 25 luglio, hanno ribadito che ferma restando la possibilità, per gli enti locali, di cumulare le facoltà assunzionali per il triennio 2013-2014-2015, solo per l‘ultimo dei periodi citati (il 2015), la loro utilizzazione resta subordinata alla previa attivazione dei processi di mobilità del personale di area vasta, tenendo in considerazione le specifiche caratteristiche soggettive delle risorse da assumere (ove espressamente previsto dal dato normativo) ma senza alcuna limitazione territoriale.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Lombardia del. n. 188 -16