Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta applicazione del divieto di cui all’articolo 5, comma 6, del d.l. 78/2015, in particolare sulla possibilità di procedere ad assunzione di agenti di Polizia Municipale utilizzando i c.d. resti assunzionali relativi all’anno 2013.

I magistrati contabili della Puglia, con la deliberazione 129/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 12 luglio, hanno confermato il consolidato orientamento contabile secondo cui, con riferimento alle funzioni di polizia locale, vige un divieto assoluto di reclutamento fino al completo riassorbimento del personale di Polizia Provinciale, a prescindere dal riferimento al budget di spesa 2015-2016 (Corte dei conti, Sez. Puglia, del. n. 201/2015, n. 204/2015, n. 231/2015).

Tale divieto ha carattere assoluto e l’unica deroga è prevista per le sole assunzioni di personale a tempo determinato, esclusivamente per esigenze di carattere strettamente stagionale e comunque per periodi non superiori a cinque mesi nell’anno solare, non prorogabili (Corte dei conti, Sez. Lazio, del. n. 43/2016).

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Puglia del. n. 129 -16