Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di sterilizzare determinate poste di spesa corrente di natura eccezionale e non ricorrente, ai fini del calcolo del rapporto della spesa di personale su quella corrente.

I magistrati contabili del Veneto, con la deliberazione 309/2016, pubblicata sul sito della sezione regionale di controllo il 13 giugno, hanno richiamato l’orientamento espresso dalla Sezione Autonomie con la deliberazione n. 16/2016 secondo cui, con riferimento al parametro dell’articolo 1, comma 557, lett. a), della legge 296/2006, non è possibile, in mancanza di norme espresse, depurare il denominatore del rapporto spesa di personale/spesa corrente dalle spese di natura eccezionale o, comunque, non ricorrenti che siano dovute a scelte discrezionali degli enti.

Leggi la deliberazione
CC Sez. controllo Veneto del. n. 309 -16