Veneto, del. n. 569 – Compensi Revisori dei conti: rimessione alle Autonomie

Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla corretta interpretazione dell’articolo 5, comma 5, del d.l. 78/2010, in particolare sulla possibilità di erogare un corrispettivo al revisore, titolare di carica elettiva presso un altro ente.

Veneto, del. n. 568 – Incentivo alla progettazione

Un sindaco ha posto una serie di quesiti in merito alla nuova disciplina in materia di incentivo alla progettazione.

Gare: inapplicabile il soccorso istruttorio nel caso di mancata sottoscrizione dell’offerta

self enti locali attenzione La mancata sottoscrizione dell’offerta non integra una mera irregolarità formale, sanabile nel corso del procedimento, ma inficia irrimediabilmente la validità e la ricevibilità della dichiarazione di offerta. Questo il principio ribadito dal Tar Lazio, Roma, con la sentenza n. 14451 del 22 dicembre 2015. L’offerta di gara esprime, in via unilaterale e con carattere vincolante, l’impegno negoziale ad eseguire il servizio con prestazione conforme all’oggetto di gara, nonché con modalità tecniche e corrispettivo economico che qualificano l’offerta medesima agli effetti della valutazione comparativa ai fini dell’aggiudicazione dell’appalto.

Molise, del. n. 223 – Utilizzo resti assunzionali

Un sindaco ha chiesto un parere in merito alla possibilità di utilizzare i resti assunzionali derivanti da pregresse cessazioni registratesi dal 2007 al fine di procedere alla trasformazione in full time di un posto attualmente occupato in part time (18 ore settimanali).

Aggiornamento del Piano Nazionale Anticorruzione

L’ANAC con la determinazione in commento ha approvato l’Aggiornamento per il 2015 del PNA 2013-2016 approvato con deliberazione n. 72/2013. L’aggiornamento, che rappresenta il primo atto di Anac in questa materia dopo l’approvazione del PNA nel 2013, si pone come finalità quella di dare una decisa svolta nella direzione del miglioramento della qualità dei Piani anticorruzione delle amministrazioni pubbliche, attraverso indicazioni volte a porre in essere necessarie “correzioni di rotta” in vista della predisposizione del nuovo PNA che verrà adottato, dopo l’entrata in vigore della nuova disciplina del processo di approvazione prevista dalla legge 124/2015, nel 2016 per il triennio successivo.

Risponde di omicidio colposo il sindaco che non adotta le necessarie misure per garantire l’incolumità pubblica

Risponde di omicidio colposo il Sindaco che abbia omesso di adottare un'ordinanza o comunque qualsivoglia altro atto e/o comportamento idoneo a prevenire il pericolo per l’incolumità pubblica e quindi a impeditivo del potenziale evento dannoso. E' quanto affermato dalla Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, che ha condannato, tra gli altri, il sindaco di un comune per omicidio colposo, a causa di incidenti avvenuti durante l’esecuzione di lavori edili, in carenza di idonee misure in grado di preservare la sicurezza della circolazione e l’integrità fisica della popolazione.

Revisore con incarichi politici: non si applica il divieto di cumulo degli emolumenti

L’amministratore che, nell’ambito della propria attività professionale, riceva incarichi in enti diversi da quelli in cui svolge la carica elettiva, non incorre nel divieto di cumulo degli emolumenti previsto dall’articolo 5, comma 5, del d.l. 78/2010. Questo il chiarimento fornito dal Ministero dell’Interno nella nota in commento, in merito alla corretta interpretazione del limite posto dall’articolo 5, comma 5, del d.l. 78/2010 il quale espressamente stabilisce che “ Ferme le incompatibilità previste dalla normativa vigente, nei confronti dei titolari di cariche elettive, lo svolgimento di qualsiasi incarico conferito dalle pubbliche amministrazioni di cui al comma 3 dell’articolo 1 della legge 31 dicembre 2009 n. 196, inclusa la partecipazione ad organi collegiali di qualsiasi tipo, può dar luogo esclusivamente al rimborso delle spese sostenute; eventuali gettoni di presenza non possono superare l’importo di 30 euro a seduta”.

Mancato rispetto dei tempi di pagamento: incostituzionale la sanzione del divieto di assumere

È incostituzionale, per violazione dei principi di proporzionalità e buon andamento (articoli 3 e 97 della Costituzione), l’articolo 41, comma 2, del d.l. 66/2014, secondo cui le amministrazioni pubbliche, esclusi gli enti del Servizio sanitario nazionale, che “registrano tempi medi nei pagamenti superiori a 90 giorni nel 2014 e a 60 giorni a decorrere dal 2015, rispetto a quanto disposto dal decreto legislativo 9 ottobre 2002, n. 231, nell’anno successivo a quello di riferimento non possono procedere ad assunzioni di personale a qualsiasi titolo”.

Riconoscimento della produttività anche ai dipendenti a tempo determinato

Ai fini del riconoscimento degli incentivi per la produttività i dipendenti con contratti a termine devono essere equiparati ai dipendenti a tempo indeterminato, in attuazione del principio di non discriminazione di derivazione comunitaria, salva la sussistenza di “ragioni oggettive” che giustifichino scelte diverse. E’ quanto affermato dalla Corte di Cassazione con la sentenza in commento con la quale ha confermato la sentenza d’appello che aveva riconosciuto da alcuni dipendenti pecari di un ente pubblico il diritto al trattamento economico accessorio.

Compensi avvocatura: conflitto di interessi del dirigente avvocato che redige il regolamento

La partecipazione al procedimento di redazione del regolamento per l’avvocatura interna, ex articolo 9 del d.l. 90/2014, del dirigente avvocato a capo della struttura determina una situazione di conflitto di interessi. E’ quanto ha affermato il Tar Campania con la sentenza in commento, con la quale ha accolto il ricorso presentato da alcuni dipendenti dell’avvocatura interna di un ente avverso il regolamento per la corresponsione dei compensi professionali e i relativi atti endoprocedimentali sia sul piano formale inerente la sussistenza della suddetta potenziale situazione di conflitto di interessi, sia nel merito delle specifiche misure adottate.


Agenzia Formativa Accreditata - Codice PI0747
Via IV Novembre 57, 56028 San Miniato (PI)
Tel. 0571 418873, Fax 0571 1826507
info@self-entilocali.it - self@pec.self-entilocali.it

Tutti i diritti relativi ai documenti e alle informazioni pubblicate sul presente sito sono riservati. La copia dei documenti pubblicati o di parti di essi da parte di qualsiasi soggetto non autorizzato è proibita.

C.F. e P.IVA 02215860509

Informativa estesa sui Cookie