Produzione energia: gli enti locali non possono costituire in house per la realizzazione di tale attività

Corte dei Conti, sez. contr. Lombardia, Deliberazione n. 861/10  e n. 997/10 di Federica Caponi e Giulia Rizza La Corte dei conti, sezione controllo della Lombardia, ha sollevato perplessità in merito alla facoltà di costituire società in house da parte degli enti locali per la produzione e commercializzazione di energia elettrica. I giudici contabili sono intervenuti sul tema, a distanza di alcuni mesi con due successive Deliberazioni, e hanno ribadito che sussistono notevoli dubbi in ordine alla possibilità di intervenire direttamente da parte del comune nell’attività di produzione e commercializzazione dell’energia, anche se prodotta da energie rinnovabili, sia in relazione al diritto interno che a quello comunitario.

Organismo di valutazione: per gli Enti locali non è obbligatoria l’istituzione

Civit, Delibera n. 121 del 10 dicembre 2010 di Federica Caponi e Giulia Rizza La Civit con la Deliberazione n. 121/10 ha ribadito che gli enti locali possono mantenere il nucleo di valutazione e non sono vincolati a nominare l’organismo indipendente di valutazione. Tale principio era apparso chiaro a molti fin dalla prima lettura dell’art. 16 del Dlgs. n. 150/09, che espressamente stabilisce che gli enti locali sono obbligati ad adeguare i propri regolamenti a quanto previsto dagli artt. art. 3 (principi generali), 4 (ciclo di gestione delle perfomance), 5 comma 2 (obiettivi e indicatori), 7 (sistema di misurazione e valutazione della perfomance), 9 (il ciclo di gestione della perfomance), 15 comma 1 (Responsabilità dell’organo di indirizzo politico-amministrativo), ma non all’art. 14.

Mobilità: è cessazione a tutti gli effetti anche per la Corte dei Conti sezioni riunite

Corte dei Conti, Sez. Riunite, Delibera n. 59 del 6 dicembre di Federica Caponi I comuni non soggetti al patto di stabilità interno possono considerare, ai sensi dell’art. 1, comma 562 della Finanziaria 2007, nel novero delle cessazioni di rapporti di lavoro a tempo indeterminato complessivamente intervenute nell’anno precedente, anche quelle derivanti da trasferimenti per mobilità volontaria, disposte ai sensi dell’art. 30 del Dlgs. n. 165/01.

Comunità montane: è illegittima la cessazione del finanziamento agli investimenti da parte dello Stato

Corte Costituzionale, Sentenza n. 326/2010 di Alessio Tavanti I provvedimenti finanziari adottati con legge statale al fine di contenimento della spesa pubblica, non possono prescindere dall’individuazione certa delle fonti di finanziamento delle spese degli Enti locali territoriali e dunque anche delle Comunità montane, per evitare di compromettere la certezza delle risorse economiche effettivamente disponibili per il raggiungimento delle rispettive finalità istituzionali.

Procedimento amministrativo: le modifiche apportate dal nuovo codice del processo amministrativo

Dlgs. n. 104/10 pubblicato sulla G.U. n. 156 del 7 luglio 2010 di Giulia Rizza E’ entrato in vigore il 16 settembre scorso il nuovo codice del processo amministrativo (Dlgs. n. 104/10, pubblicato sul Supplemento ordinario n. 148/L alla Gazzetta Ufficiale n. 156 del 7 luglio 2010).

Non sussiste il reato di peculato in caso di utilizzo arbitrario dell’attività lavorativa del dipendente pubblico

Corte di Cassazione, Sez. VI penale, Sentenza n. 35150/10 di Alessio Tavanti Il Sindaco che faccia fotocopiare testi, per fini personali, utilizzando materiale di cancelleria e la fotocopiatrice dell’Ente e distogliendo, per tali operazioni, alcuni dipendenti comunali dai loro compiti istituzionali non commette il reato di peculato ex art. 314 c.p..

Scuola: il nuovo opuscolo informativo del Garante sulla privacy

Vademecum “La privacy tra i banchi di scuola” di Andrea Marmugi Il Garante ha rilasciato un conciso vademecum con il quale ha fornito alcune indicazioni generali sul tema della privacy a scuola, tratte da provvedimenti, pareri e note. L’opuscolo fornito dal Garante ha come finalità principale quella di agevolare tutti i soggetti interessati a districarsi con maggiore semplicità nel mondo della Privacy scolastica.

Collegato al lavoro: le norme di interesse per le pubbliche amministrazioni

Legge n. 183/10 di Federica Caponi e Giulia Rizza E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 262/10 la Legge n. 183/10 (così detta “collegato al lavoro”) concernente “Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro”, entrata in vigore il 24 novembre 2010. Il provvedimento interessa numerosi aspetti del rapporto di pubblico impiego, apportando, tra le altre, modifiche in tema di mobilità, congedi assistenziali, incentivi alla progettazione, risoluzione delle controverse lavorative e certificazione contrattuale.

Affidamenti in house: gli ultimi pareri dell’Antitrust

di Giulia Rizza L’Autorità Garante per la concorrenza ed il mercato ha ricevuto negli ultimi mesi alcune richieste di parere da parte di Enti Locali in merito all’affidamento di alcuni servizi pubblici, secondo il modulo organizzativo dell’in house providing.

Incarichi dirigenziali: si applicano anche alle Regioni i vincoli della Riforma Brunetta

Corte Costituzionale,sentenza n. 324/10 di Giulia Rizza La Corte Costituzionale ha ritenuto infondate le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 40, comma 1, lett. f) e 49, comma 1 del D.lgs. n. 150/09, che prevedono limiti agli incarichi dirigenziali conferiti a soggetti esterni alla P.A., nonché l’obbligo di attivare procedure di mobilità volontaria prima di indire concorsi pubblici.


Agenzia Formativa Accreditata - Codice PI0747
Via IV Novembre 57, 56028 San Miniato (PI)
Tel. 0571 418873, Fax 0571 1826507
info@self-entilocali.it - self@pec.self-entilocali.it

Tutti i diritti relativi ai documenti e alle informazioni pubblicate sul presente sito sono riservati. La copia dei documenti pubblicati o di parti di essi da parte di qualsiasi soggetto non autorizzato è proibita.

C.F. e P.IVA 02215860509

Informativa estesa sui Cookie